© citroen© citroen italia
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net

è stato al fianco di Vittorio durante varie imprese di progettazione e costruzione, come anche durante il record Dakar-Guadalupa del 2008. Ha due figli, Melina e Bruno.

Esperto velista, è di stanza

a Los Caños de Meca,

nel Sud dell’Andalusia,

dove fa l’insegnante di kite-surf, ma da qui parte spesso

per navigare in Mediterraneo.

Cesare “Sisar” Grassotti, shore team

Vero catalizzatore di buon umore e insieme professionista di estrema competenza tecnica, Cesare è torinese (19 novembre 1973) ma spagnolo d’adozione.

Negli ultimi tre anni ha accumulato molte decine di migliaia di miglia in Oceano. Ha all’attivo 11 traversate atlantiche, di cui una nel profondo Sud Atlantico, i mitici “40 Ruggenti”. Nelle ultime due stagioni ha avuto il comando e la responsabilità di Huck Finn II. Appassionato di sport estremi, amante della velocità, Nico è ostinato, coraggioso, spericolato e insieme affidabile. è surfer, kiter e snowboarder.

Ha vissuto a bordo di Huck Finn II negli ultimi quattro anni e,

a detta degli allievi, è l’anima

della barca, molto amato per le sue doti di pescatore, cuoco,

e naturalmente di navigatore

e istruttore.

Nico “Nano” Malingri, co-skipper

è il secondo figlio di Vittorio (13 novembre 1991). Quando ha poco più di un anno è alla partenza del Vendée-Globe del padre. Naviga durante tutta la sua infanzia con la famiglia. Nonostante vada ancora a scuola, nel 2007 ha un ruolo attivo nella costruzione del catamarano F20 e nello sviluppo del record. Il giorno dopo il diploma, sale a bordo della barca-scuola Huck Finn II, dove ricopre il ruolo di “secondo” e responsabile delle manutenzioni di bordo.

Vero e proprio “maestro di mare”, tra un’avventura nautica e una terrestre, Vittorio ha sempre tenuto su tutte le sue barche - Huck Finn, Moana 60’, Elmo’s Fire, Time of Wonder  e sull’ultima Huck Finn II - corsi di scuola di vela d’altura “Ocean Experience”, ai quali hanno preso parte negli anni oltre un migliaio di allievi. Ama molto le auto e le moto da fuoristrada con cui ha compiuto vari viaggi in Africa e Centro America. In mare pratica anche il wind-surf, il kite-surf e la pesca subacquea. Ha una grande famiglia allargata di cui va molto fiero e che forma da sola un gran bell’equipaggio. Ma la sua crew preferita è quella composta dai figli: Manuele (26), Nico (24), Nina (12) e Mila (6).

Pragmatico e insieme sognatore, anticonformista, ama la natura selvaggia in tutte le sue forme, non solo quella marina,

ed è sempre alla ricerca di una nuova sfida o di una nuova impresa da compiere.

Vittorio “Ugo” Malingri, skipper

Figlio di Franco, navigatore e progettista, e nipote di Doi, apripista della vela oceanica in Italia, Vittorio (19 maggio, 1961), naviga da quando ha cinque anni. A diciassette anni ha fatto il giro del mondo con la famiglia e, come ama ripetere, da allora “non è mai più tornato”. Ha vissuto sempre a bordo delle sue barche a Cuba, Bahamas, Francia, Panama, Grecia. Non ha mai tenuto il conto delle miglia percorse, anche se si dice che siano attorno alle 400mila.

vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net
© vittorio malingri - feel good

Scheda tecnica

Lunghezza 6,09 m

Larghezza 3,00 m

Superficie velica 50 mq

Peso in carico 300 kg

 

© vittorio malingri - feel good

Il catamarano ha dei gavoni stagni per cibo, acqua e ricambi. Le attrezzature a bordo sono:

2 telefoni satellitari

2 GPS

2 bussole

1 tablet stagno satellitare

2 micro sport-cam fisse wi-fi

1 sport-cam con remoto su telefonino e supporto auto livellante

1 kit riparazione vele e scafi

pannelli solari

2 batterie

Presenti le dotazioni di sicurezza tipiche di una barca oceanica molto più grande: desalinizzatone manuale, EPIRB, giubbotti, mute di sopravvivenza, riflettore radar, utensili, farmacia.

Feel Good

è  un catamarano F20 di sei metri (20 piedi) senza ripari fissi. Una barca completamente ecologica e alimentata da energia sostenibile, affidabile e equilibrata, particolarmente potente nelle andature per cui è stata progettata.

è considerata la più veloce e innovativa della sua categoria, ed è stata recentemente sottoposta a migliorie sulla base dell’esperienza portata a termine nel 2008.

Può toccare una velocità di punta vicino

ai 25 nodi  e tenere medie attorno ai 15 nodi, con  percorrenze di oltre 300 miglia al giorno.

Costruita dallo stesso Vittorio, su progetto dello spagnolo Sito Aviles Ramos e specifiche di Vittorio, è tutta in carbonio sottovuoto con post-cottura di scafi, albero, traverse, timoni e derive: le uniche parti in metallo (titanio) sono alcuni snodi meccanici che permettono di ruotare l’albero e i perni di rotazione dei timone.

In collaborazione con Onesails, grande protagonista della vela performante italiana nel mondo, Vittorio ha progettato un nuovo piano velico introducendo soluzioni che derivano dai multiscafi oceanici e dal mondo degli skiff.

L’albero è alare, rotante e inclinabile,

e la randa garantisce una spinta potente;

è dotata di ampie superfici di gennaker

e spinnaker, per il vento leggero.

Feel Good è una barca sicura per l’equipaggio.

La vita a bordo avviene sulle due terrazze laterali e sul telo centrale. L’equipaggio potrà ripararsi solo con un abbigliamento tecnico adeguato e con una piccola protezione di tela sulle terrazze. L’alimentazione durante le traversata è composta da snack, cibi freddi o semi pronti.

vittorio malingri © combobros.net
vittorio malingri © combobros.net

TEAM

vittorio malingri ©

MAIN

PARTNER

© citroen

TECHNICAL

PARTNER

© OneSails

UFFICIO STAMPA

NEGRI FIRMAN PR & Communication

+39 02.890.96 012

laura@negrifirman.com

Produzione e

distribuzione video

Francesco Malingri

+39 348.603.2426

francescomalingri@hotmail.it

© Team Malingri  •  all rights reserved  •

cookie policy

LEGAL ASSISTANCE

AKRAN Intellectual Property Srl

+39 06.697.7311

f.bellan@akran.it

credits